La legge dell’attrazione funziona o è una cavolata?

La legge dell'attrazione funziona o è una cavolata?
Tempo di lettura: 4 minuti
La legge dell'attrazione funziona o è una cavolata?
Ascolta “La legge dell'attrazione funziona o è una cavolata?” su Spreaker.

I principi della legge d’attrazione sono fondati o semplici fesserie?

Se hai visto il film The Secret o ne hai letto il libro, sarai rimasto affascinato da ciò che riguarda la legge dell’attrazione. Sarà tutto vero, però, ciò che viene detto?
Te lo dico subito: per me è una grande cavolata! Ci sono però degli spunti che possiamo tenere in considerazione per la nostra vita.
In quest’articolo scoprirai cosa ha di buono da suggerirci la legge dell’attrazione per vivere meglio.

Puoi guardare il video qui di seguito o ascoltare la versione podcast in cima alla pagina. In alternativa, continua a leggere.

Legge dell’attrazione: cos’è?

Cos’è la legge dell’attrazione? Si tratta di un principio universale secondo cui ogni individuo attira verso di sé ciò che pensa o desidera. In parole povere, se hai una tipologia di pensieri negativi attrarrai negatività nella tua vita; viceversa, se nutri pensieri positivi, otterrai positività.
A pensarci bene, cos’è la legge dell’attrazione se non una riformulazione del leitmotiv “Se vuoi, puoi”? Basta pensare e volere una cosa per ottenerla.

Chiedi – Credi – Ricevi. Tutto ciò lascia credere che basti chiedere qualcosa all’universo, credere ardentemente di poterla ottenere o realizzare e, infine, riceverla davvero. Nel film stesso, viene riportato l’esempio di gente che, desiderando di non ricevere più miriadi di multe e bollette, ottiene una cassetta della posta vuota… niente più cartelle esattoriali! Magia! Non a caso una delle leve su cui punta la pellicola è il rapporto tra il denaro e la legge dell’attrazione.

Tuttavia, molte persone hanno evidenziato l’aspetto nocivo della diffusione di una legge del genere. Se credi di perdere peso e rimetterti in forma solo attraverso il pensiero, pur credendoci, cadi facilmente nel tranello che ti porta a confrontarti ossessivamente con gli altri e a frustrarti per non aver raggiunto il tuo obiettivo. Non solo, ma se ignori particolari condizioni mediche ed eviti il consulto di uno specialista, rischi di danneggiare il tuo fisico e ignorarlo.

Attrazione e risonanza

In effetti, entriamo in risonanza. Quando ti relazioni con il mondo, risuoni facilmente con gli elementi che senti ti appartengano. Facciamo l’esempio della lamentela: se sei una persona che si lamenta di come vanno le cose, della politica, di tutti, avrai sicuramente attorno a te gente che fa lo stesso e che alimenta il circolo della lamentela. Ciò avviene perché così facendo non ti senti più solo e, al contrario, senti di appartenere ad un gruppo che pensa e ragiona come te; di conseguenza, puoi identificarti nel vissuto di altre persone che, simile al tuo, risuona dentro di te, come a confermare la legittimità del comportamento lamentoso.

La controindicazione è il blocco. Nell’esempio, lamentarsi insieme può dare gratificazione, ma senza un’azione non può essere generato il cambiamento.
Più che di legge dell’attrazione, possiamo quindi parlare di legge di risonanza, la quale può suggerirti che invece di pensare per attirare, puoi mutare la tua forma mentis per cambiare le scelte che compi. Occorre abbandonare l’esperienza nota, che finora non ti ha portato a nulla, per prenderti la responsabilità piena della tua vita ed esplorare nuove alternative: nuove forme di movimento nel mondo.

Potresti chiederti, allora: “Cosa mi serve in questo momento per cambiare la mia situazione?”. Magari avresti bisogno di acquisire nuove competenze professionali per migliorare la situazione lavorativa; forse hai necessità di uscire fuori dalla tua zona di comfort e incontrare persone nuove.
Fidati, non basta solo il pensiero; è necessario trasformare i desideri in obiettivi e poi passare all’azione concreta per poterli raggiungere.
Non è quindi un fatto di non ricevere più bollette da pagare (quelle, ahimè, arriveranno sempre!), bensì di creare le condizioni favorevoli affinché sia in grado di poter affrontare le spese, partendo proprio dalla forma mentis.

La legge dell’attrazione e le relazioni affettive

Come applicare la legge dell’attrazione ai rapporti? Anche nelle relazioni, avviene lo stesso principio. Il corpo registra tutte le esperienze che fa nel mondo e, per non affrontare l’ignoto, va alla ricerca di quelle che può riconoscere e in cui può identificarsi. Se ad esempio hai avuto a che fare con persone arroganti che in passato ti hanno schiacciato, cercherai ancora gente di questo tipo per riconfermare tale esperienza.

Non sei spacciato! La vera presa di responsabilità sta nel fatto di riconoscere tali modalità di fare esperienza nel mondo e, nel momento in cui non sono funzionali al tuo benessere, abbandonarle a favore di altre nuove e utili. Nel campo delle relazioni significa renderti conto delle persone che ti circondano e scegliere, invece, di frequentare compagnie e partner stimolanti, non frenanti.

“Mica posso conoscere subito una persona!” So che quest’obiezione è già sorta tra i tuoi pensieri. È vero, se ti fermi ad un livello cognitivo: in realtà, sono i corpi a scegliersi in base a ciò che dicevamo poco fa, ed è per questo che sanno già perfettamente che tipo di esperienza vivranno con l’altra persona. L’unica cosa da fare è dare ascolto alla propria corporeità e aprirsi al nuovo, creativamente.
“E se ho scoperto dopo di che pasta è fatto l’altro?” Dato che non è raro capire solo successivamente chi si ha di fronte, la domanda è: come mai continui a scegliere quella persona se ti fa soffrire?

Cerca di capire quale bisogno senti sia soddisfatto nella relazione con qualcuno che ti fa star male o semplicemente che non reputi una buona presenza per la tua vita. Tutto ciò che facciamo, anche se doloroso, da qualche parte crea gratificazione. Con chi decidi di identificarti ed entrare in risonanza?

Conclusione

Tu che ne pensi della legge dell’attrazione? Ti piace questa concezione alternativa dei suoi principi?

Fammelo sapere con un messaggio Whatsapp, ma soprattutto fammi sapere se vuoi unirti al nostro Training alla Gioia e ricevere ogni mattina una riflessione extra direttamente sul tuo smartphone. Per partecipare, inviami la parola “Consiglio” al 3293211971.

Se invece vuoi lavorare su di te e cambiare il tuo modo di pensare al fine di entrare in risonanza con ciò che per te è positivo, posso accompagnarti nel tuo cammino con un percorso di Coaching online pensato apposta per te. Contattami per saperne di più!

La legge dell’attrazione funziona o è una cavolata? ultima modifica: 2018-12-28T15:38:53+02:00 da Sebastiano Dato
Sebastiano Dato
Sebastiano Dato
Counselor di indirizzo Gestalt, Coach Professionista e Formatore. Aiuto le persone a sentirsi nel proprio posto nel mondo, accompagnandole in un percorso di scoperta delle loro potenzialità al servizio dei loro obiettivi.