Come essere se stessi e creare relazioni vere, profonde e autentiche

Tempo di lettura: 2 minuti

Ci sei per tutti ma gli altri non ci sono mai per te?
Allora devi leggere questo articolo.

Quello che non sai adesso è che se continui ad essere in una relazione in cui ti trovi a dare e ad esserci per tutti ma gli altri non sono presenti per te, i risultati che avrai sono due:

  • Farai tantissima fatica a metterti sempre da parte e sacrificarti per gli altri; 
  • Alla fine, avrai una grande fregatura.

Un allievo del mio percorso con cui ho lavorato su questo aspetto continuava a dirsi che se tutti vanno via forse era lui ad essere “sbagliato”.
Sentendosi in “difetto”, la soluzione che adottava era quella di prodigarsi ancora di più per tutti per creare reciprocità, senza grossi risultati. Zero amicizie da poter ritenere tali.

Quello che finalmente ha capito è che non c’è nulla che non vada in lui, ma sono le relazioni stesse che stava accettando di costruire a basarsi su presupposti fragili.

Se fin qui ti rivedi e ti ripeti la stessa frase, seguimi.

Da queste relazioni otterrai delusione

Immagina che queste relazioni siano come dei contratti:

Da una parte c’è una persona che ha bisogno di qualcuno sempre presente, che possa farla sentire importante e che sappia sacrificarsi per farlo.

Dall’altra ci sei tu, che hai bisogno (giustamente) di ricevere amore dall’altra persone e che per averne un po’ sei disposto a fare quel sacrificio di metterti da parte, reprimendo i tuoi desideri e il tuo modo di essere.

La relazione che si viene a formare è, quindi, basata su bisogni.
Se in passato hai accettato di firmare sfilze di questi contratti, devi tenere presente che:

  1. Le clausole da rispettare sono durissime, costano tantissima fatica ed energia (solo da parte tua, però);
  2. L’altro potrà stracciare il contratto in qualsiasi momento. Accade proprio quando, una volta soddisfatte le sue condizioni, non ha più bisogno di te e sparisce.

Rimane la delusione.

Le relazioni che come unico presupposto hanno un bisogno sono relazioni che non vanno in profondità. Non sono incontri veri e sopravvivono finché servono.
Per poterne allungare la durata, devi fare il grande sforzo di farti da parte, al costo di non poter essere spontaneo e autentico per poter così sentire di andar bene.

Tuttavia, le fregatura è che non riceverai amore da una persona che vuole costruire un rapporto usa e getta con te.

Come essere sé stessi e costruire relazioni vere

Per poter costruire relazioni vere, in cui poter essere spontaneo e sentirti amato per chi sei davvero, inizia a mettere dei sani confini.

I confini servono a dire un bel NO a ciò che non ti rappresenta, alle persone che senti non ti facciano star bene.
Inoltre, comunicarli all’altro in modo chiaro, fin dall’inizio, ti permette di trovare un modo per entrare in contatto con le persone nel migliore dei modi.

Senza invadere gli spazi degli altri. Senza fare invadere i tuoi, mantenendo ed esprimendo la tua identità.

A volte rendersi conto di questo processo se ti ritrovi dentro è difficile, e così risulta complesso mettere i giusti confini da soli.
Se desideri farlo, posso accompagnarti. Candidati per la prima chiamata gratuita del mio percorso e se ci sarà affinità ti spiego come funziona e cosa ti sta impedendo di costruire relazioni vere e autentiche.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Sebastiano Dato

Sebastiano Dato

Ho già aiutato più di 100 persone a sbloccarsi e avere fiducia in sé stessi, per uscire dalla confusione, realizzarsi professionalmente e riequilibrare la propria vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *