Cos’è la Cherofobia, la paura di essere felici?

Tempo di lettura: 2 minuti
Ascolta “Cos'è la cherofobia, la paura di essere felici?” su Spreaker.

Per quanto sembri controverso, esiste la cherofobia: la paura della felicità

Una giovane cantante ha fatto molto parlare del termine cherofobia dai giornali, ai programmi in tv e alla gente per strada. La paura della felicità ha fatto molto discutere di sé.

Associare paura e felicità sembra quasi un controsenso: possiamo davvero temere qualcosa che ci fa stare così bene? È possibile che ciò a cui tutti ambiscono crei così tanto terrore?
Per discutere di questa tematica, mi sono lasciato ispirare dalla ricerca scientifica di Joshanloo e Weijers riportata su The British Psychological Society in cui si afferma che nell’Occidente moderno dobbiamo iniziare ad accettare che le persone hanno paura di essere felici.

Mi è piaciuto molto il loro approccio poiché si sono molto concentrati sugli aspetti culturali, individuandone 4 tra trend orientali, crescita personale filo-americana ed esperienze personali.
Scopriamo insieme, dunque, cos’è la cherofobia e come superare la paura di essere felici.

Puoi ascoltare la versione podcast in cima alla pagina o seguire il video qui di seguito.

Conclusione

Siamo andati più a fondo rispetto alla paura della felicità: ci sono persone che decidono deliberatamente di tenersi lontani dalla gioia e da uno stato d’animo positivo.
E tu, che rapporto hai con la felicità?

Se questo episodio ti è stato utile ti invito a condividerlo sui social e con i tuoi amici.
Se vuoi ricevere ogni giorno una riflessione extra che condivido solo su Whatsapp, inviami “Consiglio” al 3293211971 e partecipa al Training alla Gioia!

Se infine vuoi migliorare il tuo livello di consapevolezza rispetto alla felicità e alle tue risorse per poterla finalmente realizzare, contattami per intraprendere insieme il percorso verso i tuoi obiettivi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Sebastiano Dato

Sebastiano Dato

Ho già aiutato centinaia di persone sensibili verso gli altri a sbloccarsi e aumentare l’autostima, per centrarsi su di sé senza sensi di colpa, affermarsi nelle relazioni e sentirsi riconosciute e gratificate.

Rispondi