Insicurezza in amore: come sentirsi più sicuri in una relazione

Tempo di lettura: 3 minuti

L’articolo in sintesi

Per sentirsi più sicuri in una relazione bisogna imparare ad assumersi la responsabilità dei propri bisogni e desideri. Sarà necessario non dubitare dell’altro, osservando i pensieri in modo distaccato, prendendosi cura della propria identità e affidando alla persona che si ha accanto le proprie emozioni e le proprie fragilità.

Se in una relazione si insinuano dubbi, paure e insicurezza, quel rapporto rischia di non essere vissuto pienamente. Ciò può portare a tenere l’altro distante per paura di essere feriti, abbandonati, e a non lasciarsi andare pienamente a causa della paura.

In questo episodio vedremo perché si vivono i rapporti con insicurezza e faremo delle riflessioni per imparare a sentirsi sicuri nelle relazioni.

Perché si è insicuri nelle relazioni?

Immagina di sederti su una sedia: probabilmente, lo farai in modo automatico senza chiederti più di tanto se reggerà il tuo peso o se ti farà cadere.

Ora sostituisci la sedia con le relazioni.

Se le relazioni che compongono la tua storia ti hanno trasmesso sicurezza, probabilmente non avrai problemi a sentire il terreno solido sotto ai piedi in tema di rapporti.
Se però hai vissuto relazioni significative che ti hanno fatto provare ansia e incertezze o che ti hanno fatto sentire poco amabile, hai imparato a usare degli schemi per difenderti da tutto questo.

Meccanismi che oggi usi nella tua vita da adulto: l’insicurezza ti porta a non fidarti dell’altra persona, a chiedere conferme del suo amore, ad avere dubbi, a voler essere l’unica persona importante per lei o per lui.

Il sentimento dell’insicurezza, soprattutto quando la relazione procede per il meglio, non ha a che fare con l’altro ma con sé stessi.
Prendi consapevolezza delle tue paure del rifiuto, delle tue insicurezze, del tuo non sentirti abbastanza. Come fanno parte di te?

Senti che i rapporti non sono pieni perché tutti questi pensieri non ti fanno essere presente: ti fanno vivere nella testa, nei tentativi di prevedere possibili catastrofi.

Come gestire le insicurezze in una relazione?

Ti propongo 3 riflessioni per sentire sicurezza nei rapporti.

1 – Tratta i pensieri per ciò che sono: pensieri

I pensieri, infatti, sono solo pensieri. Impara ad osservarli prendendone le distanze, così da sgonfiarli e, infine, lasciarli andare. Cerca di non agganciarli e farai spazio dentro di te per accogliere maggiore bellezza.

2 – Prenditi la responsabilità dei tuoi bisogni e desideri

L’insicurezza ti porta a ricondurre tutte le tue necessità alla tua relazione: se questa viene a mancare, potresti perdere il senso di chi sei. Curare l’autostima, invece, significa sentirti responsabile del loro soddisfacimento. Seguire i tuoi desideri.

In una coppia non bisogna rinunciare ai propri progetti individuali. Dedica spazio ai tuoi, alle tue spinte, e costruisci gli elementi della tua identità personale.

3 – Esprimi con l’altro le tue fragilità

Condividere non è soltanto passare dei bei momenti insieme. Significa soprattutto darsi il permesso di mettere in comune, nello spazio con l’altra persona, le proprie emozioni, i propri limiti e le proprie debolezze.

Se manca questo, non può esserci un vero contatto. L’altro non potrà usare le sue forze a sostegno della tua fragilità se non provi ad affidarti.
Che effetto potrebbe fare se iniziassi a fidarti e ad affidarti? Sentire cioè che la tua relazione può essere capace di sostenersi in piedi sulle proprie gambe, e che non devi fare tutto lo sforzo tu.

Conclusione

Osservare i pensieri, identità e fragilità. Queste sono le 3 parole chiave per imparare a sentirsi più sicuri nei rapporti.

Fammi sapere se risuonano con te nei commenti. E se vorrai, puoi unirti al mio canale Telegram dove condivido tutti i miei contenuti e degli audio esclusivi per chi fa parte della community.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Sebastiano Dato

Sebastiano Dato

Ho già aiutato centinaia di persone sensibili verso gli altri a sbloccarsi e aumentare l’autostima, per centrarsi su di sé senza sensi di colpa, affermarsi nelle relazioni e sentirsi riconosciute e gratificate.

Rispondi