Cambiare è difficile ma cambiare è possibile Coaching Online
Tempo di lettura: 3 minuti

Cambiare è difficile ma cambiare è possibile Coaching Online

“È difficile” – Quante volte hai pronunciato questa frase?

Sentir dire che cambiare è difficile proprio dalla persona che desidera migliorare la qualità della propria vita non è raro. Si tratta di una resistenza naturale ad attivarsi per conquistare il governo di sé.
Oggi affrontiamo proprio il tema del cambiamento e delle difficoltà che possono sorgere nel percorso per realizzarlo.

Puoi continuare a leggere l’articolo. In alternativa, puoi guardare il video oppure scorrere in fondo alla pagina per la versione audio in cui troverai in più un riferimento sportivo ai Mondiali di Pallavolo 2018 disputati dalla Nazionale Italiana maschile.

Le convinzioni limitanti nel cambiamento

La convinzione che cambiare è impossibile blocca in partenza. Pensa a quelle volte in cui hai desiderato avviare un nuovo progetto o percorso, ad esempio l’idea di andare in palestra per rimetterti in forma, ed è subito nata nella tua testa la convinzione che fosse complicato. Molto probabilmente avrai mollato subito, rinunciando al tuo obiettivo.

È difficile è una convinzione limitante. Pensa adesso a quanto queste poche parole siano devastanti tutte le volte che hai necessità di introdurre cambiamenti nella tua vita per migliorarne la qualità.
Ogni volta che ripeti a te stesso che qualcosa è difficile o addirittura impossibile, la tua attenzione si sposta totalmente sugli ostacoli e sulle criticità da affrontare in futuro. Non solo, ma invece di coglierle singolarmente per poterle superare, il tuo cervello le generalizza. La parte diventa il tutto: la singola difficoltà diventa il cammino stesso.

Se vuoi, è lo stesso effetto che suscita un libro di 1000 pagine: la sua mole spaventa e ferma la voglia di volerlo iniziare. Il tomo rimane così fermo sul comodino per mesi, ad attirare la polvere.

Perché cambiare è difficile?

Cambiare è, effettivamente, complesso. La strada per il miglioramento è tortuosa, costituita spesso da fissazioni da sradicare, nuove abitudini da formare e punti di vista da costruire nel tempo. È necessario avere pazienza e, soprattutto, è doveroso cogliere la possibilità che risiede nelle difficoltà.

Gli atleti lo sanno bene. Nello sport, chi vince e riesce a superare i propri limiti sa bene che ogni ostacolo cela l’opportunità di lavorare su di sé per crescere e migliorarsi. I migliori atleti, coloro che creano nuovi record, conoscono prima di tutto i propri limiti per poter alzare sempre più l’asticella e spingersi oltre.

Cambiare è difficile per il timore. A parte gli ostacoli oggettivi, il motivo che incide di più sul blocco al cambiamento è la paura. Paura di sbagliare e commettere passi falsi; paura di mostrarti ai tuoi amici e alla tua famiglia come una persona diversa, maggiormente consapevole; paura di affrontare l’ignoto e di abbandonare le tue certezze.

Cogli al meglio le possibilità

Per poter scoprire e sfruttare le opportunità dietro ogni ostacolo, ti propongo un percorso di domande da rispondere per aiutarti nel tuo cammino.

  1. Quando subentra la difficoltà? Pensando ad un cambiamento che desideri apportare alla tua vita, concentrati e risali al momento esatto in cui hai incontrato un ostacolo. Era forse all’inizio, già durante quei momenti in cui solo pensavi a cosa fare? Oppure più avanti, in fase di attuazione?
  2. Cosa puoi fare fin da subito? Qui c’è poco da pensare e occorre passare al pratico già da oggi. Puoi effettuare una ricerca, anche online, per sapere come reperire le risorse di cui hai bisogno; puoi contattare delle persone, dei professionisti, che possano aiutarti nel processo.
  3. Quali obiettivi ti poni e quali ostacoli puoi incontrare? Stabilisci delle azioni che puoi compiere da qui a una settimana, e poi da qui a un mese. Ci sono delle criticità che potrebbero bloccarti ad agire? Quali?
  4. Chi può aiutarti? Pensa ad almeno una persona a cui chiedere aiuto, soprattutto in relazione agli ostacoli che prevedi dover affrontare. Nota bene: il tuo alleato non deve sostituirsi a te, bensì fornirti strumenti e suggerimenti affinché tu sia autonomo.
    Ad esempio, potrebbe essere qualcuno che ha già realizzato il cambiamento che desideri e che ti darebbe suggerimenti basandosi sulla sua esperienza.

Conclusione

Cambiare è difficile, è vero, ma non impossibile. Queste domande ti aiuteranno a spezzare il processo in fasi più piccole, specifiche, organizzate e semplici da affrontare.
Fammi sapere quali sono i cambiamenti che vuoi realizzare e quali le difficoltà che affronterai con un messaggio Whatsapp al 3293211971.

Se desideri inoltre ricevere gli aggiornamenti sui nuovi contenuti che pubblico e, soprattutto, un messaggio extra ogni mattina per accompagnarti nel tuo cammino di cambiamento, mandami allo stesso numero Whatsapp la parola “Consiglio”.

Infine, se non vuoi affrontare da solo la strada per raggiungere i tuoi obiettivi e desideri un alleato dalla tua parte, contattami per iniziare con me un percorso di cambiamento.

Ascolta “Cambiare è difficile, ma cambiare è possibile” su Spreaker.

Cambiare è difficile, ma cambiare è possibile ultima modifica: 2018-11-18T20:35:28+00:00 da Sebastiano Dato
Sebastiano Dato
Sebastiano Dato
Counselor di indirizzo Gestalt, Coach Professionista e Formatore. Aiuto le persone a sentirsi nel proprio posto nel mondo, accompagnandole in un percorso di scoperta delle loro potenzialità al servizio dei loro obiettivi.