Come SBLOCCARTI e CAMBIARE LAVORO se non sai cosa fare nella vita per realizzarti

Tempo di lettura: 5 minuti

Se vuoi cambiare lavoro ma non sai cosa fare e che direzione darti, parti dal creare abbondanza, trovare il tuo Scopo e avere fiducia nel processo.

Gli allievi del mio percorso hanno bisogno di cambiare carriera ma non sanno che lavoro fare. Qui si bloccano e si lasciano scoraggiare perché hanno bisogno del loro attuale lavoro per mantenersi e sostenere la famiglia, finendo per raccontarsi che in fondo non è così male e possono tirare avanti.

Trovare la propria strada può risultare difficile se si parte dalla ricerca di una passione. Tuttavia, io credo che questo rappresenti uno step successivo!
Hai bisogno di fare un passo indietro e di partire da elementi essenziali: le basi per poter cambiare vita e costruirne una di cui sei felice.

Te ne parlo nel video di seguito, che puoi ascoltare anche in versione podcast.

Riassumiamo i punti principali, ma prima voglio raccontarti la storia di Chiara.

Come Claudia ha trovato la sua strada e ha cambiato lavoro

Claudia è un’allieva che ha concluso qualche mese fa il mio percorso in cui aiuto le persone a trovare il loro progetto personale e a realizzarlo.

Quando mi ha contattato, aveva un lavoro “da spaccarsi la schiena”, come lo definiva lei, da cui non era per niente appagata e che però le permetteva di guadagnare per mantenersi e aiutare con le spese la sua famiglia in difficoltà.

Si sentiva ingabbiata in quel lavoro per lei così necessario e allo stesso tempo così distante dai suoi valori, dal suo personale modo di esprimersi, da sé stessa.
Non solo, ma stava rimettendoci anche in salute: per un problema sorto nel tempo, il suo medico letteralmente le urlava di cambiare lavoro per non giocarsi la schiena.

Claudia è una persona che ama gli altri, e ciò che davvero la rende felice è aiutarli e farsi in 4 per portare il sorriso sui loro volti. Vederli stare bene.
Ogni volta che però pensava a come fare di questo la sua vita, si bloccava e tornava a ripetersi che in fondo un guadagno sicuro non poteva perderlo e che la cosa giusta fosse rimanere lì dove si trovava.

Si sentiva in una strada senza uscita.

Quando sei totalmente immerso nel bisogno, perdi di vista persino te stesso. Rischi di pensare solo a tirar avanti e non riesci più a darti valore, ad esprimerti nelle attività che ami e apprezzare quanto di bello c’è in te.
Tutto si trasforma in dovere, e il modo per riaccendere l’entusiasmo e riuscire a darti una direzione è tornare a coltivare ciò in cui ami esprimerti.

Abbiamo scoperto insieme come trovare il tempo per prendersi cura delle sue attitudini per il disegno, per i dolci e la pasticceria, per la corsa, dedicando ogni giorno uno spazio per sé .
Tutto per il puro piacere, senza finalità.

E’ stato questo che ha permesso a Claudia di mettersi al centro della sua vita, al primo posto, di non pensare soltanto alle altre persone ma di prendersi cura anche di sé, e così tornare ad avere entusiasmo ed energia creativa.

Qualche giorno fa, Claudia mi ha scritto un messaggio di poche parole: “Sono diventata una massaggiatrice!”.
Ha trovato la sua strada, l’ha seguita fino in fondo! È uscita da quella che viveva come una gabbia e sta assaporando il sapore della libertà, delle possibilità che può offrirti la vita quando riacquisti il potere di darle direzione.

Questo perché quando riesci a lasciar andare il bisogno e il dovere, tutto diventa più leggero e riesci a vedere opportunità che prima non notavi.

Come cambiare lavoro se non sai cosa fare?

“Voglio cambiare lavoro ma non so cosa fare nella vita”. Questo è il dubbio che non ti fa dormire la notte?

Vediamo qui di seguito quali sono i 3 passi per capire qual è la tua strada da seguire per cambiare lavoro e vita.

1. Crea abbondanza nella tua vita e lascia la cornice di scarsità

Non vivere soltanto sulla base del bisogno di mantenerti. Se ti lasci governare esclusivamente (ci tengo a specificarlo perché è questo il punto: rendere assoluto il bisogno) dalla necessità, ti si presentano due strade davanti:

  • Cogli opportunità che non ti rappresentano e finisci per adattarti e accontentarti. Io stesso in passato mi sono adattato a lavori che non c’entrassero nulla con i miei valori e la mia voglia di esprimermi e dopo mesi di nausea e rigetto ho compreso che io stesso mi stavo impedendo di abbracciare il mio personale progetto.
  • Inizi a fare a più non posso con l’ansia di costruire qualcosa di concreto, ma senza avere né una direzione né un vero scopo per la tua vita.

Crea nella tua vita spazi da dedicarti, invece. Come Claudia, ritaglia del tempo giornaliero per esprimere chi sei, da spendere per ciò che ami o magari per ciò che stai rinviando da tanto tempo. Iscriverti in palestra, passeggiare al lago, leggere, ecc.
Hai bisogno di alleggerirti e ricaricare le energie e creare questi momenti di abbondanza, per non concentrarti su “ciò che non c’è” ma partire da “ciò che c’è già”, ma che tieni a bada.

2. Trova e costruisci lo Scopo della tua vita, il tuo “perché”

Siamo portatori di una storia. Ecco perché partire dalle passioni per trovare la tua strada spesso non ti aiuta. Hai bisogno di partire dal senso della tua esistenza, e lo trovi nella tua storia personale.

Molto spesso ciò che accade con i miei allievi è che rimettendosi al centro e concedendosi del tempo per sé, riscoprono la loro voglia di aiutare le persone in avvenimenti o situazioni di vita difficili che loro stessi hanno dovuto superare in passato.
Così, aver affrontato la maternità in solitudine diventa la missione di aiutare le mamme single a sapersi orientare e a non sentirsi sole mentre rinascono e si riscoprono come genitori.

3. Progetta il tuo cambiamento e abbi fiducia nel processo

Realizzarsi vuol dire avviare un nuovo processo. Una volta che ti sei alleggerito dedicandoti tempo e hai trovato il tuo scopo profondo, progetta il tuo cambiamento e affidati al processo.
Il fiume non ha bisogno di essere spinto poiché scorre da solo. Fidati della corrente e lascia che le cose accadano. Senza forzarle.

Conclusione

Se vuoi cambiare lavoro ma non sai cosa fare, non lasciarti prendere dall’ansia di “agire” per creare qualcosa di concreto. Prenditi invece del tempo per dedicarlo a ciò che ami e alla cura di te, ricaricando le energie; ricerca il suo Scopo profondo nella tua storia personale; progetta il cambiamento e affidati al processo.

Il mio percorso aiuta proprio le persone a trovare la propria strada e realizzare il proprio progetto personale. È un metodo estremamente rapido e concreto, poiché con i miei allievi ci dedichiamo fin da subito e a risolvere le questioni e non ci soffermiamo neanche un attimo sui “perché”, né si ritrovano a fare lunghi monologhi inconcludenti.

Se hai bisogno di questo tipo di aiuto, candidati per la prima chiamata gratuita di 30 minuti e se potremo lavorare insieme ti spiegherò nel dettaglio come funziona.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Sebastiano Dato

Sebastiano Dato

Ho già aiutato più di 100 persone a sbloccarsi e avere fiducia in sé stessi, per uscire dalla confusione, realizzarsi professionalmente e riequilibrare la propria vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *